Dove lo facciamo?

In alto.

Lavoriamo e stagioniamo i prosciutti a un’altitudine di 800 m sul livello del mare, nell’Oasi ambientale di Tizzano Val Parma, verdissima area della dorsale appenninica all’interno della zona tipica di produzione del Prosciutto di Parma.

Quando soffia la brezza marina apriamo le finestre delle nostre sale e lasciamo entrare l’aria fresca e incontaminata, ideale per l’asciugatura e la stagionatura, che dona al prosciutto Ferrari quel suo sapore unico e inconfondibile.

Come lo facciamo?

Nello stesso modo.Da sempre.

Per noi fare il prosciutto è una tradizione di famiglia. Seguiamo antichi metodi contadini per la lavorazione, la conservazione e la stagionatura delle carni, custoditi gelosamente e tramandati dai nostri antenati fino a oggi.

Un patrimonio inestimabile di esperienza e maestrie, che unito a una lenta stagionatura rende i nostri prodotti eccezionali per dolcezza, colore e gusto.

Cosa scegliamo?

Solo le migliori materie prime.

Per un prosciutto supremo serve la carne migliore. Per questo dedichiamo la massima attenzione alla selezione delle cosce, provenienti solo da allevamenti e macelli certificati dal Consorzio del Prosciutto di Parma.

Tra noi e i nostri fornitori c’è un rapporto reciproco di fiducia e collaborazione che dura da oltre 30 anni. Solo così si ottiene il meglio della qualità e della sicurezza in ogni singolo prosciutto.

La semplicità ci rende unici.

I 4 ingredienti fondamentali

Le carni

Provenienti da suini nati e allevati in Italia, di età superiore ai 9 mesi e peso medio di 160 kg, alimentati con granturco, orzo e siero derivato dalla produzione del Parmigiano Reggiano.

Il sale

Distribuito e dosato rigorosamente a mano con cura e pazienza dai nostri maestri salatori: ogni coscia è lavorata singolarmente con sale marino italiano purissimo e della migliore qualità.

L'aria

Asciutta e profumata che si respira sulle colline parmensi, a 800 metri di altitudine, nel microclima unico e incontaminato della nostra terra.

Il tempo

L’ingrediente invisibile ma indispensabile per dare vita a un prosciutto di qualità superiore. Perché la bontà è di chi sa aspettare.

Sicuro, pratico, buono

Affettato in atmosfera controllata

Come nasce la bontà

La lunga stagionatura